Novena a San Michele Arcangelo

San Michele Arcangelo

Da recitarsi 2 volte all’anno:

  • la prima in preparazione dell’anniversario della I apparizione al Vescovo di Siponto al Gargano e, in modo particolare, per la celebrazione dell’episodio della vittoria (II apparizione) dei sipontini sui barbari invasori – 8 maggio
  • la seconda in preparazione della solennità di san Michele Arcangelo – 29 settembre

PRIMA GRAZIA

Ti domandiamo, o arcangelo san Michele, insieme coi principe del primo Coro dei Serafini, che tu voglia accendere il nostro cuore con le fiamme del santo amore e che per mezzo tuo, possiamo allontanare le lusinghe ingannatrici dei piaceri del mondo.

San Michele arcangelo, difendici nella lotta, sii il nostro aiuto contro la malvagità e le insidie del maligno. Salvaci dalla perdizione eterna.

ATTO DI AFFIDAMENTO ALL’ARCANGELO MICHELE

(così come viene recitato a Monte Sant’Angelo sul Gargano)

Principe nobilissimo delle angeliche gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo, amatore zelante della Gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, Arcangelo San Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti a te oggi mi offro e mi dono.

Pongo me stesso, il mio lavoro, la mia famiglia, i miei amici e quanto mi appartiene sotto la tua vigile protezione.
È piccola la mia offerta essendo io un misero peccatore ma tu gradisci l’affetto del mio cuore.

Ricordati che se da quest’oggi sono sotto il tuo patrocinio tu devi assistermi per tutta la mia vita.
Procurami il perdono dei miei molti e gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù, la mia dolce Madre Maria e tutti gli uomini miei fratelli amati dal Padre e redenti dal Figlio.

Impetrami quegli aiuti che sono necessari per arrivare alla corona della gloria.
Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nell’ultimo istante della mia vita.
Vieni in quell’ora, o glorioso Arcangelo, assistimi nella lotta e respingi lontano da me negli abissi dell’inferno quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti nel combattimento in Cielo.

Presentami, allora, al trono di Dio per cantare con te, Arcangelo San Michele e con tutti gli Angeli lode onore e gloria a Colui che regna nei secoli eterni.
Amen

ATTO DI CONSACRAZIONE A SAN MICHELE ARCANGELO

Principe nobilissimo delle angeliche Gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo amatore zelante della gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, mio dilettissimo Arcangelo S. Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti e dei tuoi servi, a Te oggi per tale mi offro, mi dono e mi consacro. Pongo me stesso, la mia famiglia e quanto a me appartiene sotto la tua potentissima protezione.

È piccola l’offerta della mia servitù, essendo io un miserabile peccatore, ma Tu gradisci l’affetto del mio cuore. Ricordati che da oggi in avanti sono sotto il tuo Patrocinio, assistimi in tutta la mia vita, procurami il perdono dei miei e molti gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù e la mia dolce Madre Maria, ed impetrami quegli aiuti che mi sono necessari per arrivare alla corona della gloria.

Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nel punto estremo della mia vita.
Vieni, allora, o Principe gloriosissimo ed assistimi nell’ultima lotta e con la tua arma potente respingi lontano da me, negli abissi d’inferno, quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti un dì nel combattimento in Cielo.
Amen

S. Michele Arcangelo, difendici nella lotta affinché non periamo nell’estremo giudizio.

SECONDA GRAZIA

Ti chiediamo umilmente, o principe della celeste Geru­salemme, insieme col capo dei Cherubini, di ricordarti di noi, specialmente quando saremo assaliti dalle suggestioni del nemico infernale. Col tuo aiuto siamo infatti divenuti vincitori di Satana e offriamo noi stessi a Dio nostro Signore, come intero olocausto.

San Michele arcangelo, difendici nella lotta, sii il nostro aiuto contro la malvagità e le insidie del maligno. Salvaci dalla perdizione eterna.

ATTO DI AFFIDAMENTO ALL’ARCANGELO MICHELE

(così come viene recitato a Monte Sant’Angelo sul Gargano)

Principe nobilissimo delle angeliche gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo, amatore zelante della Gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, Arcangelo San Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti a te oggi mi offro e mi dono.

Pongo me stesso, il mio lavoro, la mia famiglia, i miei amici e quanto mi appartiene sotto la tua vigile protezione.
È piccola la mia offerta essendo io un misero peccatore ma tu gradisci l’affetto del mio cuore.

Ricordati che se da quest’oggi sono sotto il tuo patrocinio tu devi assistermi per tutta la mia vita.
Procurami il perdono dei miei molti e gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù, la mia dolce Madre Maria e tutti gli uomini miei fratelli amati dal Padre e redenti dal Figlio.

Impetrami quegli aiuti che sono necessari per arrivare alla corona della gloria.
Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nell’ultimo istante della mia vita.
Vieni in quell’ora, o glorioso Arcangelo, assistimi nella lotta e respingi lontano da me negli abissi dell’inferno quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti nel combattimento in Cielo.

Presentami, allora, al trono di Dio per cantare con te, Arcangelo San Michele e con tutti gli Angeli lode onore e gloria a Colui che regna nei secoli eterni.
Amen

ATTO DI CONSACRAZIONE A SAN MICHELE ARCANGELO

Principe nobilissimo delle angeliche Gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo amatore zelante della gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, mio dilettissimo Arcangelo S. Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti e dei tuoi servi, a Te oggi per tale mi offro, mi dono e mi consacro. Pongo me stesso, la mia famiglia e quanto a me appartiene sotto la tua potentissima protezione.

È piccola l’offerta della mia servitù, essendo io un miserabile peccatore, ma Tu gradisci l’affetto del mio cuore. Ricordati che da oggi in avanti sono sotto il tuo Patrocinio, assistimi in tutta la mia vita, procurami il perdono dei miei e molti gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù e la mia dolce Madre Maria, ed impetrami quegli aiuti che mi sono necessari per arrivare alla corona della gloria.

Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nel punto estremo della mia vita.
Vieni, allora, o Principe gloriosissimo ed assistimi nell’ultima lotta e con la tua arma potente respingi lontano da me, negli abissi d’inferno, quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti un dì nel combattimento in Cielo.
Amen

S. Michele Arcangelo, difendici nella lotta affinché non periamo nell’estremo giudizio.

TERZA GRAZIA

Devotamente ti supplichiamo, o invincibile difensore del Pa­radiso, affinché insieme col principe del terzo Coro, cioè dei Troni, tu non permetta che spiriti infernali o infermità ci opprimano.

San Michele arcangelo, difendici nella lotta, sii il nostro aiuto contro la malvagità e le insidie del maligno. Salvaci dalla perdizione eterna.

ATTO DI AFFIDAMENTO ALL’ARCANGELO MICHELE

(così come viene recitato a Monte Sant’Angelo sul Gargano)

Principe nobilissimo delle angeliche gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo, amatore zelante della Gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, Arcangelo San Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti a te oggi mi offro e mi dono.

Pongo me stesso, il mio lavoro, la mia famiglia, i miei amici e quanto mi appartiene sotto la tua vigile protezione.
È piccola la mia offerta essendo io un misero peccatore ma tu gradisci l’affetto del mio cuore.

Ricordati che se da quest’oggi sono sotto il tuo patrocinio tu devi assistermi per tutta la mia vita.
Procurami il perdono dei miei molti e gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù, la mia dolce Madre Maria e tutti gli uomini miei fratelli amati dal Padre e redenti dal Figlio.

Impetrami quegli aiuti che sono necessari per arrivare alla corona della gloria.
Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nell’ultimo istante della mia vita.
Vieni in quell’ora, o glorioso Arcangelo, assistimi nella lotta e respingi lontano da me negli abissi dell’inferno quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti nel combattimento in Cielo.

Presentami, allora, al trono di Dio per cantare con te, Arcangelo San Michele e con tutti gli Angeli lode onore e gloria a Colui che regna nei secoli eterni.
Amen

ATTO DI CONSACRAZIONE A SAN MICHELE ARCANGELO

Principe nobilissimo delle angeliche Gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo amatore zelante della gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, mio dilettissimo Arcangelo S. Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti e dei tuoi servi, a Te oggi per tale mi offro, mi dono e mi consacro. Pongo me stesso, la mia famiglia e quanto a me appartiene sotto la tua potentissima protezione.

È piccola l’offerta della mia servitù, essendo io un miserabile peccatore, ma Tu gradisci l’affetto del mio cuore. Ricordati che da oggi in avanti sono sotto il tuo Patrocinio, assistimi in tutta la mia vita, procurami il perdono dei miei e molti gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù e la mia dolce Madre Maria, ed impetrami quegli aiuti che mi sono necessari per arrivare alla corona della gloria.

Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nel punto estremo della mia vita.
Vieni, allora, o Principe gloriosissimo ed assistimi nell’ultima lotta e con la tua arma potente respingi lontano da me, negli abissi d’inferno, quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti un dì nel combattimento in Cielo.
Amen

S. Michele Arcangelo, difendici nella lotta affinché non periamo nell’estremo giudizio.

QUARTA GRAZIA

Umilmente prostrati a terra, ti preghiamo, o nostro primo ministro della Corte dell’Empireo, insieme col principe del quarto Coro, cioè delle Dominazioni, di difendere il Cristia­nesimo, in ogni sua necessità, ed in particolare il Sommo Pontefice, accrescendolo di felicità e grazia in questa vita e gloria nell’altra.

San Michele arcangelo, difendici nella lotta, sii il nostro aiuto contro la malvagità e le insidie del maligno. Salvaci dalla perdizione eterna.

ATTO DI AFFIDAMENTO ALL’ARCANGELO MICHELE

(così come viene recitato a Monte Sant’Angelo sul Gargano)

Principe nobilissimo delle angeliche gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo, amatore zelante della Gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, Arcangelo San Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti a te oggi mi offro e mi dono.

Pongo me stesso, il mio lavoro, la mia famiglia, i miei amici e quanto mi appartiene sotto la tua vigile protezione.
È piccola la mia offerta essendo io un misero peccatore ma tu gradisci l’affetto del mio cuore.

Ricordati che se da quest’oggi sono sotto il tuo patrocinio tu devi assistermi per tutta la mia vita.
Procurami il perdono dei miei molti e gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù, la mia dolce Madre Maria e tutti gli uomini miei fratelli amati dal Padre e redenti dal Figlio.

Impetrami quegli aiuti che sono necessari per arrivare alla corona della gloria.
Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nell’ultimo istante della mia vita.
Vieni in quell’ora, o glorioso Arcangelo, assistimi nella lotta e respingi lontano da me negli abissi dell’inferno quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti nel combattimento in Cielo.

Presentami, allora, al trono di Dio per cantare con te, Arcangelo San Michele e con tutti gli Angeli lode onore e gloria a Colui che regna nei secoli eterni.
Amen

ATTO DI CONSACRAZIONE A SAN MICHELE ARCANGELO

Principe nobilissimo delle angeliche Gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo amatore zelante della gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, mio dilettissimo Arcangelo S. Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti e dei tuoi servi, a Te oggi per tale mi offro, mi dono e mi consacro. Pongo me stesso, la mia famiglia e quanto a me appartiene sotto la tua potentissima protezione.

È piccola l’offerta della mia servitù, essendo io un miserabile peccatore, ma Tu gradisci l’affetto del mio cuore. Ricordati che da oggi in avanti sono sotto il tuo Patrocinio, assistimi in tutta la mia vita, procurami il perdono dei miei e molti gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù e la mia dolce Madre Maria, ed impetrami quegli aiuti che mi sono necessari per arrivare alla corona della gloria.

Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nel punto estremo della mia vita.
Vieni, allora, o Principe gloriosissimo ed assistimi nell’ultima lotta e con la tua arma potente respingi lontano da me, negli abissi d’inferno, quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti un dì nel combattimento in Cielo.
Amen

S. Michele Arcangelo, difendici nella lotta affinché non periamo nell’estremo giudizio.

QUINTA GRAZIA

Ti preghiamo, o santo arcangelo, che insieme col principe del quinto Coro, cioè delle Virtù, tu voglia liberare noi, tuoi servi, dalle mani dei nostri nemici, tanto occulti come palesi; liberaci dai falsi testimoni, libera dalle discordie questa Na­zione ed in particolare questa città, da fame, odio e guerra, liberaci anche da folgori, tuoni, terremoti e tempeste, che il drago dell’inferno è solito provocare a nostro danno.

San Michele arcangelo, difendici nella lotta, sii il nostro aiuto contro la malvagità e le insidie del maligno. Salvaci dalla perdizione eterna.

ATTO DI AFFIDAMENTO ALL’ARCANGELO MICHELE

(così come viene recitato a Monte Sant’Angelo sul Gargano)

Principe nobilissimo delle angeliche gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo, amatore zelante della Gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, Arcangelo San Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti a te oggi mi offro e mi dono.

Pongo me stesso, il mio lavoro, la mia famiglia, i miei amici e quanto mi appartiene sotto la tua vigile protezione.
È piccola la mia offerta essendo io un misero peccatore ma tu gradisci l’affetto del mio cuore.

Ricordati che se da quest’oggi sono sotto il tuo patrocinio tu devi assistermi per tutta la mia vita.
Procurami il perdono dei miei molti e gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù, la mia dolce Madre Maria e tutti gli uomini miei fratelli amati dal Padre e redenti dal Figlio.

Impetrami quegli aiuti che sono necessari per arrivare alla corona della gloria.
Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nell’ultimo istante della mia vita.
Vieni in quell’ora, o glorioso Arcangelo, assistimi nella lotta e respingi lontano da me negli abissi dell’inferno quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti nel combattimento in Cielo.

Presentami, allora, al trono di Dio per cantare con te, Arcangelo San Michele e con tutti gli Angeli lode onore e gloria a Colui che regna nei secoli eterni.
Amen

ATTO DI CONSACRAZIONE A SAN MICHELE ARCANGELO

Principe nobilissimo delle angeliche Gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo amatore zelante della gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, mio dilettissimo Arcangelo S. Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti e dei tuoi servi, a Te oggi per tale mi offro, mi dono e mi consacro. Pongo me stesso, la mia famiglia e quanto a me appartiene sotto la tua potentissima protezione.

È piccola l’offerta della mia servitù, essendo io un miserabile peccatore, ma Tu gradisci l’affetto del mio cuore. Ricordati che da oggi in avanti sono sotto il tuo Patrocinio, assistimi in tutta la mia vita, procurami il perdono dei miei e molti gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù e la mia dolce Madre Maria, ed impetrami quegli aiuti che mi sono necessari per arrivare alla corona della gloria.

Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nel punto estremo della mia vita.
Vieni, allora, o Principe gloriosissimo ed assistimi nell’ultima lotta e con la tua arma potente respingi lontano da me, negli abissi d’inferno, quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti un dì nel combattimento in Cielo.
Amen

S. Michele Arcangelo, difendici nella lotta affinché non periamo nell’estremo giudizio.

SESTA GRAZIA

Ti scongiuriamo, o conduttore delle angeliche squadre, in­sieme col principe, che tiene il primo luogo fra le Potestà, le quali costituiscono il sesto Coro, di voler provvedere alle necessità di noi tuoi servi, di questa Nazione, ed in particolare di questa città, con il dare alla terra la fecondità desiderata e la pace e la concordia fra i governanti cristiani.

San Michele arcangelo, difendici nella lotta, sii il nostro aiuto contro la malvagità e le insidie del maligno. Salvaci dalla perdizione eterna.

ATTO DI AFFIDAMENTO ALL’ARCANGELO MICHELE

(così come viene recitato a Monte Sant’Angelo sul Gargano)

Principe nobilissimo delle angeliche gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo, amatore zelante della Gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, Arcangelo San Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti a te oggi mi offro e mi dono.

Pongo me stesso, il mio lavoro, la mia famiglia, i miei amici e quanto mi appartiene sotto la tua vigile protezione.
È piccola la mia offerta essendo io un misero peccatore ma tu gradisci l’affetto del mio cuore.

Ricordati che se da quest’oggi sono sotto il tuo patrocinio tu devi assistermi per tutta la mia vita.
Procurami il perdono dei miei molti e gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù, la mia dolce Madre Maria e tutti gli uomini miei fratelli amati dal Padre e redenti dal Figlio.

Impetrami quegli aiuti che sono necessari per arrivare alla corona della gloria.
Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nell’ultimo istante della mia vita.
Vieni in quell’ora, o glorioso Arcangelo, assistimi nella lotta e respingi lontano da me negli abissi dell’inferno quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti nel combattimento in Cielo.

Presentami, allora, al trono di Dio per cantare con te, Arcangelo San Michele e con tutti gli Angeli lode onore e gloria a Colui che regna nei secoli eterni.
Amen

ATTO DI CONSACRAZIONE A SAN MICHELE ARCANGELO

Principe nobilissimo delle angeliche Gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo amatore zelante della gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, mio dilettissimo Arcangelo S. Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti e dei tuoi servi, a Te oggi per tale mi offro, mi dono e mi consacro. Pongo me stesso, la mia famiglia e quanto a me appartiene sotto la tua potentissima protezione.

È piccola l’offerta della mia servitù, essendo io un miserabile peccatore, ma Tu gradisci l’affetto del mio cuore. Ricordati che da oggi in avanti sono sotto il tuo Patrocinio, assistimi in tutta la mia vita, procurami il perdono dei miei e molti gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù e la mia dolce Madre Maria, ed impetrami quegli aiuti che mi sono necessari per arrivare alla corona della gloria.

Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nel punto estremo della mia vita.
Vieni, allora, o Principe gloriosissimo ed assistimi nell’ultima lotta e con la tua arma potente respingi lontano da me, negli abissi d’inferno, quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti un dì nel combattimento in Cielo.
Amen

S. Michele Arcangelo, difendici nella lotta affinché non periamo nell’estremo giudizio.

SETTIMA GRAZIA

Ti chiediamo, o principe degli angeli Michele, che insieme col capo dei Principati del settimo Coro, tu voglia liberare noi, tuoi servi, tutta questa Nazione ed in particolare questa città dalle infermità fisiche e, molto più da quelle spirituali.

San Michele arcangelo, difendici nella lotta, sii il nostro aiuto contro la malvagità e le insidie del maligno. Salvaci dalla perdizione eterna.

ATTO DI AFFIDAMENTO ALL’ARCANGELO MICHELE

(così come viene recitato a Monte Sant’Angelo sul Gargano)

Principe nobilissimo delle angeliche gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo, amatore zelante della Gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, Arcangelo San Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti a te oggi mi offro e mi dono.

Pongo me stesso, il mio lavoro, la mia famiglia, i miei amici e quanto mi appartiene sotto la tua vigile protezione.
È piccola la mia offerta essendo io un misero peccatore ma tu gradisci l’affetto del mio cuore.

Ricordati che se da quest’oggi sono sotto il tuo patrocinio tu devi assistermi per tutta la mia vita.
Procurami il perdono dei miei molti e gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù, la mia dolce Madre Maria e tutti gli uomini miei fratelli amati dal Padre e redenti dal Figlio.

Impetrami quegli aiuti che sono necessari per arrivare alla corona della gloria.
Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nell’ultimo istante della mia vita.
Vieni in quell’ora, o glorioso Arcangelo, assistimi nella lotta e respingi lontano da me negli abissi dell’inferno quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti nel combattimento in Cielo.

Presentami, allora, al trono di Dio per cantare con te, Arcangelo San Michele e con tutti gli Angeli lode onore e gloria a Colui che regna nei secoli eterni.
Amen

ATTO DI CONSACRAZIONE A SAN MICHELE ARCANGELO

Principe nobilissimo delle angeliche Gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo amatore zelante della gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, mio dilettissimo Arcangelo S. Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti e dei tuoi servi, a Te oggi per tale mi offro, mi dono e mi consacro. Pongo me stesso, la mia famiglia e quanto a me appartiene sotto la tua potentissima protezione.

È piccola l’offerta della mia servitù, essendo io un miserabile peccatore, ma Tu gradisci l’affetto del mio cuore. Ricordati che da oggi in avanti sono sotto il tuo Patrocinio, assistimi in tutta la mia vita, procurami il perdono dei miei e molti gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù e la mia dolce Madre Maria, ed impetrami quegli aiuti che mi sono necessari per arrivare alla corona della gloria.

Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nel punto estremo della mia vita.
Vieni, allora, o Principe gloriosissimo ed assistimi nell’ultima lotta e con la tua arma potente respingi lontano da me, negli abissi d’inferno, quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti un dì nel combattimento in Cielo.
Amen

S. Michele Arcangelo, difendici nella lotta affinché non periamo nell’estremo giudizio.

OTTAVA GRAZIA

Ti supplichiamo, o santo arcangelo, che insieme col principe degli arcangeli dell’ottavo Coro e con tutti i nove Cori, tu abbia cura di noi in questa vita presente e nell’ora della nostra morte. Assisti la nostra agonia affinché, quando staremo per esalare l’anima, rimanendo sotto la tua protezione, vincitori di Satana, giungiamo a godere la divina bontà con te, nel santo Paradiso.

San Michele arcangelo, difendici nella lotta, sii il nostro aiuto contro la malvagità e le insidie del maligno. Salvaci dalla perdizione eterna.

ATTO DI AFFIDAMENTO ALL’ARCANGELO MICHELE

(così come viene recitato a Monte Sant’Angelo sul Gargano)

Principe nobilissimo delle angeliche gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo, amatore zelante della Gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, Arcangelo San Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti a te oggi mi offro e mi dono.

Pongo me stesso, il mio lavoro, la mia famiglia, i miei amici e quanto mi appartiene sotto la tua vigile protezione.
È piccola la mia offerta essendo io un misero peccatore ma tu gradisci l’affetto del mio cuore.

Ricordati che se da quest’oggi sono sotto il tuo patrocinio tu devi assistermi per tutta la mia vita.
Procurami il perdono dei miei molti e gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù, la mia dolce Madre Maria e tutti gli uomini miei fratelli amati dal Padre e redenti dal Figlio.

Impetrami quegli aiuti che sono necessari per arrivare alla corona della gloria.
Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nell’ultimo istante della mia vita.
Vieni in quell’ora, o glorioso Arcangelo, assistimi nella lotta e respingi lontano da me negli abissi dell’inferno quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti nel combattimento in Cielo.

Presentami, allora, al trono di Dio per cantare con te, Arcangelo San Michele e con tutti gli Angeli lode onore e gloria a Colui che regna nei secoli eterni.
Amen

ATTO DI CONSACRAZIONE A SAN MICHELE ARCANGELO

Principe nobilissimo delle angeliche Gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo amatore zelante della gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, mio dilettissimo Arcangelo S. Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti e dei tuoi servi, a Te oggi per tale mi offro, mi dono e mi consacro. Pongo me stesso, la mia famiglia e quanto a me appartiene sotto la tua potentissima protezione.

È piccola l’offerta della mia servitù, essendo io un miserabile peccatore, ma Tu gradisci l’affetto del mio cuore. Ricordati che da oggi in avanti sono sotto il tuo Patrocinio, assistimi in tutta la mia vita, procurami il perdono dei miei e molti gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù e la mia dolce Madre Maria, ed impetrami quegli aiuti che mi sono necessari per arrivare alla corona della gloria.

Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nel punto estremo della mia vita.
Vieni, allora, o Principe gloriosissimo ed assistimi nell’ultima lotta e con la tua arma potente respingi lontano da me, negli abissi d’inferno, quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti un dì nel combattimento in Cielo.
Amen

S. Michele Arcangelo, difendici nella lotta affinché non periamo nell’estremo giudizio.

NONA GRAZIA

Ti preghiamo finalmente, o glorioso principe e difensore della Chiesa militante e trionfante, che tu voglia, in compagnia del capo degli angeli del nono Coro, custodire e sostenere i tuoi devoti. Assisti noi, i nostri familiari e tutti quelli che si sono raccomandati alle nostre preghiere, affinché con la tua protezione, vivendo in modo santo, possiamo godere Dio insieme con te per tutti i secoli dei secoli.
Amen

San Michele arcangelo, difendici nella lotta, sii il nostro aiuto contro la malvagità e le insidie del maligno. Salvaci dalla perdizione eterna.

ATTO DI AFFIDAMENTO ALL’ARCANGELO MICHELE

(così come viene recitato a Monte Sant’Angelo sul Gargano)

Principe nobilissimo delle angeliche gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo, amatore zelante della Gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, Arcangelo San Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti a te oggi mi offro e mi dono.

Pongo me stesso, il mio lavoro, la mia famiglia, i miei amici e quanto mi appartiene sotto la tua vigile protezione.
È piccola la mia offerta essendo io un misero peccatore ma tu gradisci l’affetto del mio cuore.

Ricordati che se da quest’oggi sono sotto il tuo patrocinio tu devi assistermi per tutta la mia vita.
Procurami il perdono dei miei molti e gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù, la mia dolce Madre Maria e tutti gli uomini miei fratelli amati dal Padre e redenti dal Figlio.

Impetrami quegli aiuti che sono necessari per arrivare alla corona della gloria.
Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nell’ultimo istante della mia vita.
Vieni in quell’ora, o glorioso Arcangelo, assistimi nella lotta e respingi lontano da me negli abissi dell’inferno quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti nel combattimento in Cielo.

Presentami, allora, al trono di Dio per cantare con te, Arcangelo San Michele e con tutti gli Angeli lode onore e gloria a Colui che regna nei secoli eterni.
Amen

ATTO DI CONSACRAZIONE A SAN MICHELE ARCANGELO

Principe nobilissimo delle angeliche Gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo amatore zelante della gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, mio dilettissimo Arcangelo S. Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti e dei tuoi servi, a Te oggi per tale mi offro, mi dono e mi consacro. Pongo me stesso, la mia famiglia e quanto a me appartiene sotto la tua potentissima protezione.

È piccola l’offerta della mia servitù, essendo io un miserabile peccatore, ma Tu gradisci l’affetto del mio cuore. Ricordati che da oggi in avanti sono sotto il tuo Patrocinio, assistimi in tutta la mia vita, procurami il perdono dei miei e molti gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù e la mia dolce Madre Maria, ed impetrami quegli aiuti che mi sono necessari per arrivare alla corona della gloria.

Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nel punto estremo della mia vita.
Vieni, allora, o Principe gloriosissimo ed assistimi nell’ultima lotta e con la tua arma potente respingi lontano da me, negli abissi d’inferno, quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti un dì nel combattimento in Cielo.
Amen

S. Michele Arcangelo, difendici nella lotta affinché non periamo nell’estremo giudizio.

Post Correlati