Chi è p. Giorgio Maria Faré?

Chi è p. Giorgio Maria Faré?

Pubblichiamo molto materiale su p. Giorgio Maria Faré e spesso riceviamo richieste su di lui.

Abbiamo perciò deciso, con il suo permesso, di pubblicare una pagina con il suo profilo per poter dare a tutti la possibilità di conoscere qualcosa di più di questo Sacerdote.

Desideri contattare p. Giorgio Maria Faré?

Clicca sul pulsante per mandargli una e-mail.

Profilo di P. Giorgio Maria Faré

P. GIORGIO MARIA FARÉ (Melzo 1972) è Sacerdote dal 2001. Ha conseguito la Licenza in Teologia Fondamentale presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale. Frate Carmelitano Scalzo della Provincia Lombarda, è stato membro del Consiglio Presbiterale dell’Arcidiocesi di Milano fino al 2020 ed è stato Segretario della CISM Diocesana dell’Arcidiocesi di Milano e Consigliere del Consiglio di Presidenza della CISM della Lombardia dal 2011 al 2019.

Nel 2013 ha pubblicato il libro “La S. Messa nelle due Forme del Rito Romano – Celebrare, servire, comprendere” con prefazione del Card. Antonio Cañizares Llovera e introduzione di Don Nicola Bux, edizioni Il Cerchio.

Nel 2016 ha pubblicato il libro “Il Sacrificio Perfetto”, edizioni Streetlib.

Libri di P. Giorgio Maria Faré

Il Sacrificio perfetto

“Perché è importante la Liturgia? Quali sono i modi più opportuni per comunicarsi? In cosa consiste la dimensione sacrificale della S.Messa?”

Queste sono solo alcune delle domande dei fedeli alle quali p. Giorgio Maria Faré, Sacerdote Carmelitano Scalzo, fornisce risposta in questo libro. Attingendo alle fonti sicure del Magistero p. Faré offre una trattazione di facile lettura, accessibile a tutti i fedeli interessati a conoscere meglio la Liturgia e il significato profondo dei suoi gesti.

Per saperne di più

La Santa Messa nelle due forme del Rito Romano – Celebrare, servire, comprendere

Questo testo si propone come strumento didattico per apprendere a celebrare, in modo dignitoso e fedele alle norme liturgiche, la S. Messa nelle due forme dell’unico Rito Romano. La sezione relativa alla forma straordinaria, data la complessità e l’estensione della materia, si concentra su una sola tipologia di celebrazione: la Messa letta, la più semplice per chi accosta per la prima volta a questa forma del Rito. La sezione relativa alla forma ordinaria, invece, si propone di fornire a ministranti, seminaristi e sacerdoti un manuale esauriente e allo stesso tempo sintetico per la celebrazione di una S. Messa domenicale o solenne nella quale il celebrante è affiancato da più ministranti, eventualmente un Diacono e nella quale si fa uso dell’incenso. Per entrambe le forme del Rito, anziché fornire lunghe spiegazioni discorsive, si è dato spazio a schemi e immagini per rendere immediata la fruizione e facilitare la comprensione.

Per saperne di più